martedì 1 luglio 2014

Il mercato della pazzia!! (solo a Cecina!)

Va bene volete a tutti i costi fare il mercato in centro ( artro che a Cecina!).
Allora però vi dovete organizzare perché non si può bloccare un paese a tutti per pochi!
Innanzitutto, massimo rispetto per chi fa questo lavoro nessuna polemica verso chi si alza sempre molto presto e sta li a guadagnarsi il pane al caldo e al freddo come chi lavora in una vigna, o sui cantieri e così via!
Ma le cose si possono e si devono fare con criterio, con una logica, anziché con menefreghismo e poca considerazione dei cittadini!
Vi riporto alcuni esempi, tanto per capirsi:
1- passaggio pedonale in fondo a Viale Marconi, un flusso continuo di gente che crea di conseguenza(siccome il pedone a ragione ha la precedenza) una fila infinita su tutto il viale, che crea un ingorgo all'altezza della Banca Toscana che crea un'incazzatura a chiunque vi passi. Basta un vigile o ,se vogliamo essere più tecnologici un semaforo per pedoni, per risolvere il problema che è volendo anche molto serio!( così per informazione martedì scorso c'è rimasta bloccata un ambulanza).
2- Semaforo alla caserma della polizia di stato, fine mercato zona sud! Semaforo spento incrocio non controllato. Qui si ha un'accozzaglia tra auto motorini e pedoni che vagano senza sapere dove andare! Anche qui un vigilino non guasterebbe oppure solito semaforo per pedoni.
3- Zona sottopasso per marina, davanti ai carabinieri( bellissimo poi che le situazioni peggiori si verifichino sempre di fronte proprio alle forze dell'ordine, casino fuori e loro muuuuti, cit. pino dei palazzi). Tra pullman che già non ci girano nei giorni normali figuriamoci il martedì, stranieri che non capiscono dove devono andare quando arrivano all'incrocio, i soliti pedoni!( ps: il pedone del mercato ,come è noto, cammina con la testa alzata a vedere la merce tutta la mattina! Tale posizione gli rimane anche dopo , quando attraversa la strada, per esempio, di conseguenza avremo a che fare con una miriade di birilli con le gambe pronti a rotolare a terra anche solo per la non equilibratura del baricentro dovuta  al  peso della testa, in tal momento sgombera e vuota da ogni più piccola immaginabile precauzione per la propria vita, essendo appagati e felici, costoro, dagli acquisti fatti).
E potremmo andare avanti sulla vicinanza della piazza dei pullman al mercato, i parcheggi e la sostanziale assenza di un minimo interesse per la situazione da parte del comune. Ma la domanda nasce spontanea. Perché non individuare una zona dove fare il mercato, perché magari non fare il mercato nella zona blu come altri mercatini che vengono fatti durante l'anno?
Interessi di commercianti e ristoratori e baristi hanno sempre condizionato queste scelte, in maniera incisiva...e va anche bene ( anche se non credo che i negozi in centro abbiano tutta questa affluenza durante il mercato), ma allora imposta questa regola, bisogna anche dargli una logica.
 
Ed ecco che entra in gioco il comune che ahimè come sappiamo negli ultimi vent'anni ha giocato(metaforico) molto poco, concluso anche nulla, è creato il vuoto sociale, un po' come la nazionale ai mondiali!
 
Sì perché caro comune i cittadini vanno tutelati, sia nella loro sicurezza ma anche nei loro interessi che non sono solo di baristi e ristoratori ma di tutti compreso chi come me è sempre in giro a fare lavori col furgone e che al martedì è quasi meglio prendersi un giorno di vacanza. Oppure come un ambulanza che non riesce a passare perché oltre al traffico bisogna ricordarsi di aggiungere la cafoneria, e la mancanza di rispetto che ci fanno avere anche tre file parallele su viale Marconi( quasi impossibile ma ci riescono). Ma anche i pedoni, così illusi e abbagliati dallo shopping, che rischiano l'ospedale ad ogni minuto facendo slalom tra auto e motorini, bici in controsenso, pullman, giganti vuoti dentro che girano sbruffando fumi "gasolitici" in faccia ai bimbi in carrozzina( anche se portà il bimbo in carrozzina al mercato è da delinquenti).

Insomma vi ricordate quando parlavo di Visione? Provate ad immaginare un mercato organizzato con semafori pedonali che regolano il flusso di persone e mezzi, autobus navetta più piccoli elettrici naturalmente, ed un vigile, uno solo a controllare che tutto vada per  il meglio, un' ambulanza magari ed una zona utile attrezzata con un parcheggio per le bici( ce ne sono anche dieci allucchettate ai pali dei segnali stradali o a qualsiasi ringhiera presente in paese) e magri un po' più di intelligenza ed applicazione da parte di chi è in comune e di chi sta fuori, e tanta tanta cooperazione tra cittadini ed operatori in attività diverse che si devono aggregare, scambiarsi opinioni, vedere che bisogni hanno e condividerli anche se diversi, trovare accordi comuni che abbiano però l'unico e importante  fine di migliorare la vita della nostra cittadina, invece di una ripicca continua tra associazioni che ha portato a questa situazione di caos incontrollato rovinando tutto!!
Questo è avere una visione , far funzionare domani quello che non funziona oggi, per migliorare, incrementare, crescere e maturare come comunità ma anche come persone ed insegnare ai nostri figli che non è così che deve andare il mondo che c'è sempre una via migliore di quella precedente se questa non funziona, apertura mentale, sguardo lungo, oltre!
 
Ps: anche qualche controllino della finanza in più ai venditori abusivi e un po' meno a quelli che pagano le tasse sarebbe gradito...ma questo è un altro discorso ne riparleremo!
Ave er Kosta ve salutat!